Cuore di Napoli

Ok ok…ora basta, ho toccato il fondo, frignone e piagnone, e quello non sono io. Posseggo la capacità di Amare, sul serio, sono capace di percepire le vibrazioni della persona che amo, ma non posso più continuare così, sarebbe un distruggersi, un annullarsi nella speranza che ritorni chi non vuole ritornare Ogni rigore tormenta la mia sentimentalità più succulenta, e mi … Continua a leggere

Non più come ma ora

Non ce la faccio… non posso… non so se ce la farò. Sono passate solo poche ore da quando ho deciso di non chiedremi mai più “come, cosa, perchè”. Avevo deciso di non chiedermelo mai più ma è difficile, nonostante l’aiuto delle mie due amiche più care che vorrebbero solo vedermi sorridere di nuovo. Non ricordo che nebbia, e un mancamento … Continua a leggere

Le parole per dirlo

Potrei scrivere un romanzo delle cose accadute negli ultimi cinque mesi, tradurlo in versi, ma sono nell’impossibilità di far poesia e romanzo poiché le metriche dovrebbero adattarsi ad esigenze estranee a quelle della letteratura. Potrei farne canzoni, ma una canzone possiederebbe una metrica ingenua, ingenua ed utilizzata con furbizia. Non con furbizia malevola, quell’astuzia nell’ombra, quell’ingegno rischioso “se ti pescano”, … Continua a leggere

E parlo

E parlo, e le mie parole non sono finalmente più musica, perchè sarebbero un sommesso festeggiamento, compagnia allegra di un potere, ancheggiante sotto le stelle dei fuochi artificiali a mare. Le cose accadute…le parole…. le parole sulle cose accadute sono l’estremo divagare, lo sfiorare, un allontanarsi e poi ritornare a rasentarle, senza mai più aderire al loro profilo, ma solo alla loro immobilità … Continua a leggere

Pagine e pagine

A volte penso sia difficile guardare avanti e sperare, sperare e ancora sperare. Siamo figli di un mondo effimero e senza perchè, e viviamo aspettando qualcuno che sai potrebbe non arrivare mai. Credo nel destino perchè il mio destino ha scelto te; e scrivo frasi che non hanno limite, ma le emozioni, lo sai, sono difficili da descrivere, ma viverle … Continua a leggere

14 Giugno 2009

Mi parlo e mi dico: A volte è necessario ristrutturare e perfezionare le nostre aspettative per godere maggiormente il presente…Quando stringiamo una relazione, iniziamo subito un faticoso lavoro di pensieri e di strategie per tentare di prevedere dove andrà a finire e dove ci porterà, non capendo che è importante vivere con un po’ di imprevisto il futuro. Bisogna lasciare … Continua a leggere

Poema Bianco

Lei qui parla da sola eanche se inascoltabile si fa sentire Il “parlar da soli”, non è confessione, e non è lirismo,ovvero altro da sé ma precede ogni verso della poesiae ogni direzione del discorso Come poema, è il bianco della pagina P. Panella Vi meravigliate ancora se sento la sua presenza adesso? Lasciate che vi racconti di un 14 … Continua a leggere

Ridondanze cicliche, empatici pensieri

Mi dico in continuazione resisti!, forza!, ormai è andata così, il tempo aggiusta tutto.Il tempo aggiusta tutto…sarebbe da crederci, per fede, per esperienza; ci fosse un interruttore, un semplice aggeggio meccanico: tiri giù il sipario e tutto svanisce, si spegne, sublima un un soffio di vento e si mischia ad altra aria e diventa irriconoscibile agli occhi degli altri ed ai miei, nient’altro che aria. E … Continua a leggere